Al momento stai visualizzando Christopher Codrington, una figura controversa nelle Piccole Antille

Christopher Codrington, una figura controversa nelle Piccole Antille

Il personaggio storico di riferimento di Antigua e Barbuda è sicuramente Sir Christopher Codrington (1668–1710), governatore delle Isole Sottovento, a cui è dovuta l’introduzione della coltivazione della canna da zucchero.

Il suo nome è legato alla fondazione della piantagione di Betty’s Hope nel 1674 che, nel giro di pochi decenni, portò lo zucchero a divenire così profittevole da farlo diventare l’unico prodotto coltivato nel territorio ai danni di tabacco, indaco e zenzero.

La presenza della canna da zucchero sul territorio terminò negli anni ’70 quando l’ennesima crisi mondiale dello zucchero portò alla chiusura dell’Antigua Sugar Factory che forniva una melassa di ottima qualità all’Antigua Distillery Limited, proprietaria del famosissimo marchio di rum English Harbour.

Christopher-Codrington-rum-antigua

La fortuna di Christopher Codrington è dovuta sicuramente alla ricchezza personale che lo rendeva sufficientemente indipendente dall’influenza economica della Madrepatria ma anche all’utilizzo di un concetto personale di schiavitù basato su un’applicazione duale della stessa: una nei confronti della popolazione di colore impiegata nei campi e nelle fabbriche, l’altra nei confronti della comunità bianca che doveva relazionare con lui nei diritti e nelle politiche coloniali. A lui infatti si deve la curiosa figura ambigua degli white slaves che se da un lato rivendicava la propria libertà in ogni tribunale possibile, dall’altro negava un’analoga possibilità agli schiavi di colore.

A distanza di poco più di trecento anni dalla sua morte, esaurita l’eredità dello zucchero sull’isola, ma non quella dei suoi lasciti alla sua fondazione All Souls College, la statua di Christopher Codrington, rappresentato in abiti romani, resiste tuttora al centro della sua biblioteca in quanto figura storica, ma anche come spunto di riflessione sul ruolo del potere coloniale e dello sfruttamento del lavoro delle persone ridotte in schiavitù.

Christopher-Codrington-e-il-rum-ad-antigua

Lascia un commento